sabato 23 gennaio 2016

Giornate color Panna

Oggi è un giorno color "Panna", quello dalla luce fioca, 
illuminante abbastanza per tenermi connessa e 
smorzata nell'intensità da un aria tiepida che sa di cose in arrivo.
Quando cerchi di tenere a freno i pensieri  e liberare la testa,
per "guardare te nel presente" sono tante le cose che percepisci...peccato duri poco.
E' così difficile.
 Ma a poco a poco si dice si faccia un "Assai" e allora non si demorde e  tra le mille sfaccettature della giornata si tenta di ritagliarsi ogni volta sia possibile, qualcosa di solo tuo, dove nessuno possa entrare, metter bocca o occhio.
A volte invece magicamente riesci a stare connessa per tutta la giornata!
E solitamente mi accorgo subito quando è quella giusta:
ti svegli e sembra che tutto stia andando storto...
il tempo ti sopraffà e il fuori di te è un caos...
ma il tuo "dentro" no...stranamente tu sei calma.
Piano piano tutto si aggiusta senza che tu neanche muova un dito..
come se ci sia qualcuno che muove  dei fili e rimette tutto in ordine.
In realtà sei solo tu che guardi con occhi diversi il tutto ma non sempre è cosi.
E non sempre è cosi facile.
E non sei sempre sei cosi ben disposta ad ammettere che è cosi che dovrebbe andare,
E non hai sempre la forza per farlo.
E non hai sempre la voglia di sforzarti un pò.
Ecco perchè adoro le giornate color Panna...
sono cosi maledettamente facili e gestibili...
Ecco perchè adoro le giornate color Panna...
sono l'essenza di Me.



martedì 20 gennaio 2015

L'inizio è sempre difficile!


Quando penso a te  rivedo molto di me stessa....
Le tue continue battaglie, a volte inutili, la tua durezza, la troppa severità con te stessa, 
il tuo non voler scendere a compromessi,le tue domande e il tuo voler trovare per forza delle risposte,anche laddove non ci sono.
La "giustezza a tutti i costi",  il capire senza parlare, l'arte del silenzio quando le parole sarebbero di troppo; il senso della misura e della proporzione.
Mi ricordi me quando ti perdi in quel vortice di domande senza fine,quando non trovi la strada giusta e qualsiasi via tu percorra ti senti errata.
Mi ricordi me quando a parlare è solo il tuo viso,quando vorresti scoppiare e ti trattieni, quando non ti trattieni e poi ci rifletti, quando la domanda è sempre rivolta a come essere migliori.
MI ricordi me quando ti arrendi e alterni momenti di buio durante i quali però il senso di colpa è forte e richiama all'ordine.
Mi piace di te la consapevolezza che hai del sapere che se imbocchi una strada non puoi fermarti o tornare indietro...  è troppo facile.
Mi piace il fatto che metti al primo posto la persona e che questo non cambia in base all'umore, alla situazione o a chi hai davanti.
Non hai pretese e aspettative dagli atteggiamenti degli altri e anche quando è successo o succede ti rendi conto che l'errore è tuo e non scarichi le responsabilità addosso a nessuno.
Ecco appunto...mi piace la tua responsabilità, il tuo orgoglio, la tua logica.
Con affetto ti dico che scegliere di percorrere queste strade non è sempre semplice, soprattutto per persone ermetiche come noi anche se apparentemente non sembra.
Ma è la vincente....e te ne accorgi non quando arrivi a destinazione......anche perchè non so se ce n'è una...ma te ne accorgi cammin facendo,  guardando alla tua vita e vedendo se sei orgogliosa di te stessa , sicura del fatto che l'altra cosa che ti contraddistingue è l'onestà morale e che quindi il giudizio sarà sgombro da scuse, vittimismi e false giustificazioni.
Te ne accorgerai quando guardando persone che conosci, ferme al palo da una vita, sarai fiera di non essere cosi e ringrazierai l'Universo per averti illuminata e te stessa per aver colto l'occasione.
Te ne accorgerai quando guardandoti allo specchio inizierai ad Amarti .
Continua cosi senza arrenderti mai, ci sarà qualche pegno da pagare,ma ne varrà la pena.
Buona Vita a Te!
E Così Sia.